COME ESSERE EMOTIVAMENTE FORTE IN UNA RELAZIONE

CONDIVIDIMI
relazione

autostima web.com

 

“Niente può spegnere la luce che brilla dentro di te” Maya Angelou

 

Nel coaching, fra i temi più affrontati, vi è quello della relazione ed in particolare della gestione delle emozioni nella vita relazionale.

Le aspettative che ognuno di noi ha, in una relazione, sono molto alte: perché attribuiamo alla relazione la possibilità di renderci felici, di colmare il bisogno emotivo-affettivo, di approvare le nostre scelte, di darci serenità.

Questo tipo di comportamento/aspettativa genera, però, tre diverse difficoltà emozionali nella vita in genere:

  • Spesso si hanno molti problemi relazionali, perché se il comportamento dell’altra persona non soddisfa i propri bisogni, se ne viene turbati sino al punto di provare risentimento.
  • Si è spesso infelici, perché si finisce col cercare tutta la propria felicità al di fuori di se stessi, aspettando che siano gli altri in qualche modo a riempire la mancanza di amore di se stessi.
  • Ci si sente disorientati e confusi in molte situazioni, poiché se gli altri devono soddisfare i nostri bisogni e renderci felici, cosa accade se non lo fanno? E cosa accade se decidono, al contrario, di ferirci?

Questa condizione è foriera di molte difficoltà personali e psicologiche, e spesso portano a costruire una relazione con basi “scricchiolanti” e sempre uguale l’una alle altre. Ti è mai capitato?

Uscire da questi sabotaggi è un percorso, che a volte può durare molto tempo, ma che deve partire da un momento di analisi e di consapevolezza del punto in cui siamo. E lo scopo di questo articolo, come di tutto il blog, è proprio quello di aiutare più persone possibili a essere consapevoli dei propri punti di forza, ma anche delle aree in cui è opportuno migliorare, cambiare!

“Prima di continuare con i prossimi punti ti chiediamo di iscriverti alla nostra newsletter e di condividere questo articolo: aiuteresti il nostro sforzo di promuovere una cultura della crescita e miglioramento personale.”

ISCRIVITI QUI 

Grazie per averlo fatto!

La risposta a questo tipo di abitudine/modello comportamentale sta nel ribellarsi a questa situazione e coltivare una “propria” forza emozionale. Cioè fare in modo di essere veramente liberi, in particolare di non aver “bisogno” degli altri, ma di stare con gli altri per il piacere di vivere una relazione innanzitutto sana.

Testa la tua forza emozionale

Sei emotivamente debole e la tua felicità dipende dagli altri? Rispondi a queste semplici domande:

  • Stai cercando un partner per essere felice?
  • Se ti trovi in una relazione di coppia, cerchi questa persona per soddisfare tutti i tuoi bisogni?
  • Quando sei solo, senti una pressione a dover riempire il tempo con costanti distrazioni? Sei sempre al telefono/tablet/computer quando sei solo?
  • Ti senti irritato se il tuo partner non fa le cose a modo tuo?
  • La tua relazione rappresenta il tuo intero mondo? E i rapporti con i tuoi amici e famigliari? Puoi dire dove finiscono i loro bisogni e iniziano i tuoi?
  • Ti senti irritato se il tuo partner non ti coinvolge in ciò che fa 24 ore su 24?
  • Provi spesso una forte gelosia?

Ovviamente, questa lista non è completa, ma scommetto che ti ritrovi in una o due di queste domande.

Questo non significa che sei finito/a! Molte persone combattono con diverse di queste questioni, sebbene molti lo negheranno, perché si preoccupano di non sembrare inferiori agli altri. A nessuno piace che gli altri lo credano un debole. Ma ritrovarsi in una di quelle domande non ti rende niente di tutto ciò, semplicemente sei umano e significa che ha qualcosa su cui lavorare!

Come siamo diventati emotivamente deboli nelle nostre relazioni?

Il tipo di pensiero che ti porta alla debolezza emotiva, solitamente inizia durante l’infanzia. Facciamo affidamento sui nostri genitori per ogni nostro bisogno emotivo (amore, comfort, approvazione,…). E perciò non sviluppiamo pienamente la capacità di provvedere autonomamente ai nostri fabbisogni emotivi di bambini, perché i nostri genitori, con amore incondizionato, fanno del loro meglio per soddisfare i nostri bisogni.

Infine diventiamo adulti, senza aver appreso come essere forti da soli. Così cerchiamo qualcun altro che possa riempire i nostri vuoti emotivi. Cerchiamo il partner perfetto e probabilmente andremo incontro a diverse rotture perché:

  • Non siamo emotivamente indipendenti, e così facciamo gesti tipici da “bisognosi d’affetto” che però, col tempo, distruggono la nostra relazione.
  • Il nostro partner ha gli stessi nostri problemi.

Se ci sentiamo feriti, colpevolizziamo l’altra persona per averci feriti. Se non c’era per noi quando ne avevamo bisogno, lo accusiamo di questo. Se ci tratta male, diventiamo vittime, perché non possiamo andare avanti con la nostra vita se qualcuno ci ha fatto qualcosa di crudele, vero? Sbagliato…

Se ti ritrovi in una di queste situazioni, c’è una soluzione, e richiede che tu cerchi dentro di te la felicità e l’approvazione di cui hai bisogno. Ma prima di tutto, ti do alcuni importanti punti su cui riflettere.

Che cosa devi ricordare:

  • Se la tua felicità dipende sempre esclusivamente dall’accettazione e approvazione degli altri, allora tu stai dando via gran parte del tuo potere personale. E’ umano voler piacere ed essere ammirati, ma è dannoso per la tua autostima e forza emozionale se si tratta di qualcosa per cui devi costantemente combattere.
  • Alla fine della tua giornata, quanto fiducioso ti senti, è essenziale per i risultati che puoi ottenere nella tua relazione. E se sai che puoi contare su te stesso per realizzare le cose che vuoi, diventa più facile credere che potrai avere successo anche su questioni più grandi e rischiose. Ricorda che la pratica ti fa ottenere progressi in qualunque area della tua vita.
  • La felicità è una scelta che fai da solo, in questo momento. E’ una decisione che prendi ogni mattina quando ti alzi – puoi passare la giornata a rigirarti nel letto rimuginando sui tuoi problemi oppure alzarti e ringraziare per quello che c’è di positivo. Dipende da te, solo da te!
  • L’approvazione di cui hai bisogno è innanzitutto la tua. E’ comprensibile desiderare di piacere alle persone che decidiamo essere importanti per noi, ma da questo ad attribuire tutto il potere agli altri ce ne passa. Sei Tu ad avere il potere di decidere come impiegare il tuo tempo e le tue energie. Ed ecco la cosa davvero bella: quando non ti senti condizionato da niente e nessuno, sei libero di dare e amare col cuore.
  • Quando modifichi il tuo approccio verso la vita, tutta la tua vita cambia. Questa è la parte potente derivante dalle azioni precedenti. Diventando emotivamente forte, non solo hai il potere di cambiare il tuo mondo, ma puoi cambiare anche quello degli altri. Hai la possibilità di mostrare la versione forte di te stesso. Il presente e il futuro sono nelle tue mani.

Arrivato fin qui ti invito a riflettere attentamente su quanto hai letto in questi punti precedenti. Perché se lo fai, compirai il tuo primo passo verso una maggiore forza emozionale.

Il secondo passo lo troverai nel prossimo articolo, che uscirà martedì prossimo, con gli 8 consigli per allenarsi ad essere più emotivamente forte in una relazione.

Perciò iscriviti alla newletter in modo da poter ricevere direttamente nella tua mail, il prossimo articolo.

ISCRIVITI QUI 

Resta in ascolto e abbi fede

Sergio Amatulli

Facebook Comments
Sergio Amatulli

Sergio Amatulli

Executive e Team Coach, Fondatore di Human Performance Italia at Autostimaweb
Esperto in Psicologia del cambiamento, Coaching e Sviluppo Risorse Umane, ha sviluppato progetti di respiro nazionale ed internazionale per noti marchi e aziende medie e grandi dimensioni e di diversi settori.
E’ curatore del blog di riferimento sul Coaching aziendale in Italia e redattore di testi e articoli sul Coaching e sullo sviluppo dell’Intelligenza Emotiva.
E’ un Coach certificato a livello nazionale ed internazionale, e per noi di Autostimaweb sarà supervisore, mentore, e fonte di ispirazione.
Sergio Amatulli
CONDIVIDIMI

2 Commenti

  1. Giovanni 25/01/2016
    • Staff Autostimaweb 25/01/2016

Lascia un commento!!!

Resta Aggiornato
Iscriviti Ora

Alla nostra mailing list per ricevere articoli interessanti e aggiornamenti nella tua casella di posta.

Grazie per esserti iscritto.

Qualcosa è andato storto.