DIVERTITI DI PIU’ E MANGIA SOLO PER FAME

CONDIVIDIMI

divertiti, peso

Ricordi quando eri un bambino ed eri così coinvolto nel gioco, immaginando o creando giochi o storie e non volevi smettere quando era ora di mangiare? 

Ricordi che appena finito di mangiare non vedevi l’ora di scappare e continuare a giocare? 

Capita a tutti i bambini, e tutti lo siamo stati, se ritorniamo indietro con la memoria in effetti succede così, si è tanto presi dal gioco che non si vorrebbe mai smettere. I bambini hanno un aspetto ancora molto pulito nella loro mente, non pensano tanto, preferiscono agire, imparare dall’esperienza e vivere il presente.

I bambini capiscono che il cibo è importante, quando hanno fame mangiano ma è secondario, ma ciò che è più nutriente e primario nella vita è il divertimento e il gioco.

Da adulti ci sembra di aver perso l’istinto di dare la priorità al gioco. 

Nel nostro mondo frenetico, abbiamo concentrato di più le nostre energie sulle preoccupazioni nel lavoro e la responsabilità che dobbiamo assumerci quasi come un DOVERE, invece che essere persone sane ed equilibrate, perchè ci siamo proprio dimenticati che dovremmo lavorare di più sui nostri corpi; dovremmo nutrire i nostri cuori, le menti e gli spiriti.

Hai notato che quando il tuo corpo, la tua mente e il tuo spirito sono impegnati in un progetto creativo o un rapporto felice, la tua dipendenza da cibo sembra diminuire? 

Allo stesso modo, se non sei soddisfatto dei tuoi rapporti, del tuo lavoro o di altri settori della tua vita, si può dipendere dal cibo per ricompensare l’allegria e ridurre i dispiaceri attraverso esso, tra l’altro il cibo goloso ha sempre dato nell’immediato il riscontro per sentirsi appagati, il ché funziona nel nostro intento immediato ma alla lunga porta problemi al nostro fisico come stanchezza, affaticamento, non sentire più lo stimolo della fame e si rompe tutto l’equilibrio naturale del nostro corpo.

Quindi ci si ritrova da un semplice appagamento emotivo ad un’abitudine non utile al proprio corpo e al proprio peso.

Quando la tua vita è fuori equilibrio, nessuna quantità di cibo può alimentare dove si ha realmente bisogno di nutrimento. 

Il cibo che mangiamo è molto importante per la salute e l’equilibrio, ma ciò che veramente ci nutre, è una piena e soddisfacente vita legata a tutte le sfere in equilibrio.

– Cos’è divertente per te? 

– Cosa senti quando fai qualcosa che ti diverte? 

– Che cosa ti entusiasma? 

Prenditi del tempo questa settimana se puoi. 

Anche se non si ha molto tempo libero per divertirsi, prova ad approcciarti in modo diverso, sii più scherzoso con te stesso o con gli altri, guarda sempre il lato positivo di ogni situazione e gestirai le attività in modo “meno serio” con un atteggiamento più rivolto al gioco e all’essere propositivo e vedrai che qualcosa nella tua testa succederà. 

Ciò può ridurre notevolmente lo stress e l’ansia e portare più piacere alla vostra giornata. 

Concentra il tuo focus al di fuori del cibo, prova ad aggiungere più divertimento nella tua vita e osservare le cose che ti capitano quotidianamente cambiando prospettiva, come diceva Robin Williams nel film “L’attimo fuggente”.

Sfrutta la tua energia facendo la maggior parte della giornata cose che ti piacciono e se hai momenti morti trova qualche attività come leggere, ascoltare musica, fare una passeggiata, parlare con gli amici e perchè no, anche andare in palestra è un ottimo modo per sfogare emozioni represse senza dover utilizzare il cibo come abitudine non sana.

Ti spiego una cosa semplice come alla fine lo è anche il cervello se lo si conosce… 

Cosa succede dentro di te quando sei triste o hai un’emozione negativa?

Il tuo cervello per risolvere quel malessere trova soluzioni per aiutarti a stare bene, ma ti propone quella che ha sottomano, così se sei a casa e ti senti triste il cervello ti dice: “Vai in cucina che sicuramente trovi qualcosa di buono che ti fa stare meglio” e così farai.

Ma se noi siamo vigili, ci rendiamo conto che a livello inconscio ci sta proponendo la soluzione più semplice ma noi, cercando altre strade, troveremo la soluzione migliore e non la più semplice (che a lungo può non essere più produttiva).

Questo è uno spunto che ritengo essenziale per intraprendere un cammino a piccoli passi, iniziando a capire le nostre emozioni, che azioni ci fanno compiere inconsciamente e cosa possiamo proporre al cervello per risolvere lo stesso un nostro bisogno.

Se hai piacere di condividere o chiedere sono a disposizione per confronti e spiegazioni.

Grazie 

Veronica Altosinno

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Facebook Comments
Staff Autostimaweb

Staff Autostimaweb

Lo Staff di AutostimaWeb.com at Autostimaweb
Siamo un gruppo di Coach professionisti che dopo anni di esperienza e preparazione sul Coaching e sulla crescita personale, abbiamo creato il progetto chiamato Autostimaweb per tutti coloro che sentono il bisogno di migliorarsi e ottenere davvero dei risultati tangibili attraverso il Coaching.
Tutti i nostri professionisti hanno seguito approfonditi e specifici percorsi formativi sulla Psicologia del Cambiamento e sul Coaching, e sono tutti certificati come Coach professionisti.
La maggior parte di noi ha frequentato percorsi specifici con Human Performance Italia.
Staff Autostimaweb
CONDIVIDIMI

No Responses

Lascia un commento!!!

Resta Aggiornato
Iscriviti Ora

Alla nostra mailing list per ricevere articoli interessanti e aggiornamenti nella tua casella di posta.

Grazie per esserti iscritto.

Qualcosa è andato storto.