FAME EMOTIVA E CONSAPEVOLEZZA

CONDIVIDIMI

fame emotiva

Uno dei comportamenti alimentari più difficili da affrontare è la fame emotiva. 

Spesso, si attribuisce una grande quantità di colpa e di vergogna alla fame emotiva, il che è solo più difficile da superare. Un approccio che è spesso utile è quello di avere consapevolezza del tuo lavoro con la fame emotiva

Un dottore americano Dr. Jon Kabat-Zinn, uno dei primi scienziati per la ricerca sul potere curativo della consapevolezza, espone sette atteggiamenti fondamentali che possono aiutarti a beneficiare di questa pratica. Sono il non-giudizio, la pazienza, la mente del principiante, la fiducia, il non-sforzo, l’accettazione, il lasciarsi andare. Applicando ciascuna di queste idee alle tue sfide, come la fame emotiva, potresti verificare alcuni cambiamenti imminenti. Ti mostro nei dettagli.

 

Non-giudizio

Spesso, appena scatta la fame emotiva e mangi molto, cosa succede…?, ti senti in colpa, non ti senti più bene ed inizi a giudicarti. La colpa è perchè non sei determinata ad affrontare le circostanze e non rafforzi le critiche pesanti che ti impediscono di accettare la tua realtà. 

Infatti il peggior critico sei proprio tu (o meglio ognuno di noi quando si tratta di criticarci, su quello siamo esperti al farlo). Quando parte il circolo negativo, ti soffermi sugli aspetti delle tue circostanze che non ti piacciono – la verità è che si spende troppo tempo ed energia sulle cose che non ci piacciono e che si desiderano diverse. Questo è dannoso perché non porta al fine di rendere un cambiamento positivo, ma dobbiamo prima accettare la realtà della nostra situazione attuale e smettere di combatterlo remando contro.

La fame emotiva è spesso qualcosa che si rivolge ad un meccanismo inconscio per aiutarti a gestire i problemi più grandi della tua vita che non puoi sentirti completamente pronto ad affrontare. Puoi augurarti di non aver bisogno di questo meccanismo e puoi criticarti per le abbuffate, ma tutto questo è solo una distrazione che ti trattiene. Piuttosto, dovrai riconoscere che stai facendo del tuo meglio semplicemente per coccolarti con compassione. Per questi motivi non dovresti criticarti, tutti abbiamo bisogno di stare bene e risolvere il problema delle emozioni negative. Ricorda il primo passo: nessun giudizio.

 

Pazienza

E’ fin troppo facile confrontarti con gli altri e percepire che essi sono sempre “più avanti” di te nella vita. Ma con qualsiasi tipo di crescita personale, è essenziale ricordare che il cambiamento positivo accadrà per noi quando siamo pronti, e non prima. E va bene così!

Naturalmente, quando stai vivendo qualcosa di così difficile come la fame emotiva, è naturale voler porre fine il più presto possibile. Ma fare pressione per cambiarti in questo momento aggiunge solo un ulteriore livello di stress, che in realtà ci rende più difficile il cambiamento stesso. Invece, è importante permetterti di prendere il tempo necessario. Non può accadere in qualsiasi altro modo! Il segreto sta nel cambiamento più profondo, quindi a livello mentale. Una volta modificato quello, dove ognuno ha i suoi tempi, avverrà un cambiamento duraturo e non dovrai più preoccuparti della fame emotiva.

 

Mente per principianti

Spesso, si pensa anche di “conoscere” la realtà delle cose così come sono, ma attraverso le convinzioni filtrano le nostre esperienze. Quindi, prova ad affrontare la tua vita e la tua crescita personale come novizio, come se tu stia costantemente imparando su te stesso e sulla vita, un pò come ho scritto nell’articolo Divertiti di più e mangia solo per fame aiutandoti come fanno i bambini.

Quando mangi emotivamente, spesso ti dici che lo fai perché “manca la disciplina di smettere.” Puoi dirti questo così tante volte che lo credi veramente e sei fatto cosi, ti manca disciplina come se ti mancasse disciplina in tutte le cose, giusto?

Ma queste sono le rare motivazioni reali dietro la fame emotiva. Quindi faresti bene a ricordare che ciò che pensi di sapere con certezza di te stesso, non può in realtà essere il caso. Più ricordi a te stesso di affrontare il tuo viaggio con uno spirito di ricerca e la curiosità, e più aperto sarai a nuove intuizioni che possono cambiare tutto il tuo punto di vista sulle tue sfide.

 

Fiducia

Come una cultura, ti avranno spesso insegnato l’importanza di ascoltare la tua intuizione. In realtà, l’intuizione è a volte anche di coloro che non sono pensatori critici e che scelgono di prendere decisioni basate su “impressioni”, piuttosto che su fatti. Ma questo non è molto lontano dalla verità. 

Tu hai, come tutti del resto, una saggezza interiore profonda che può aiutarti a rendere le decisioni più favorevoli per la tua vita, e ti libera dalla indecisione e insicurezza che sorge quando smetti di criticare te stesso e le opinioni degli altri, davanti a ciò che sai essere vero.

Se una dieta o raccomandazione di un professionista di nutrizione chiedono di contare le calorie, per esempio, e ti senti “costretto” o come se ti stessi punendo, è giusto ascoltare il tuo intuito, e scegliere un percorso diverso. Qualsiasi approccio per porre fine ad abitudini alimentari indesiderate e non sane che ti fanno sentire privato ​​o ti fanno sentire in colpa se ti senti “scivolare di nuovo nell’incertezza”, non è probabilmente la scelta giusta. Se il tuo intuito ti dice che qualcosa non va, probabilmente non lo è.

 

Non-giudizio

La maggior parte delle cose che fai nella vita, le fai con un particolare risultato in mente. Ma in termini di crescita personale, aggrappandosi all’idea di quel risultato può effettivamente trattenerci. Mentre la vita si svolge e le circostanze cambiano, puoi renderti conto che quello che hai pensato che era il miglior risultato possibile in realtà non ne hai bisogno, e puoi essere aperto ad altre possibilità.

Puoi decidere di smettere con la fame emotiva perché credi che ti aiuterà a perdere peso. Ma può o non può essere il tuo caso. Forse l’aumento di chili non è il punto per tutti. Se sei troppo attaccato all’idea di perdere peso, potresti perdere l’opportunità di esplorare le questioni reali sottostanti del tuo bisogno e guarire davvero.

 

Accettazione

Questo punto è strettamente legato al non-giudizio. Piuttosto che pensare alle cose che desideri fossero diverse, o di essere critico delle cose così come sono, dobbiamo accettare semplicemente ciò che sono. Puoi ancora sperare di cambiare le nostre circostanze, ma accetta la realtà, piuttosto che essere in negazione su di essa, ti porterà al punto in cui puoi davvero iniziare a muoverti in avanti.

In termini di fame emotiva, non significa criticare se stessi per averlo fatto, non confrontandoti con gli altri che sembrano più bravi a criticare, senza evitare il fatto che ci potrebbero essere problemi emozionali più profondi che causano la tua fame emotiva. Significa essere onesti con te stesso sulla realtà delle nostre abitudini alimentari (il Coaching sotto il punto di vista delle emozioni profonde e magari represse dell’inconscio è un ottima strategia per combattere la fame emotiva in sè, ma anche tante convinzioni radicate negli anni) in modo che potrai fare il primo passo verso un cambiamento positivo. Infatti, portando compassione e amorevole accettazione di te stesso, esattamente così come sei, ti può aiutare a sentire più sicuro e rilassato – che possono poi ridurre i tuoi impulsi emotivi.

 

Lasciar andare

Lasciar andare va di pari passo con il non-giudizio. Che si tratti di qualcosa di negativo nella tua vita che hai paura di lasciarti alle spalle, o un’idea di come pensi che le cose dovrebbero essere ora o in futuro, mi rendo conto che non è facile lasciare andare tutto ciò. Ma è necessario per permettere a te stesso di essere aperto a dove la vita ti porta.

Poichè è un meccanismo inconscio per molti di noi, può essere spaventoso pensare di lasciare andare la fame emotiva – anche se vuoi. Devi prima chiederti, quali questioni più profonde possono aver portato all’emotività? Quindi fare del tuo meglio per scoprirli e lavorarci su. Una volta che accade, non avrai più bisogno del meccanismo d’inconscio e avrai adottato una nuova abitudine sana che avrà eliminato quella vecchia nociva per te.

Grazie a tutti e spero che questo articolo possa portare valore aggiunto a chi cerca delle risposte sulla fame emotiva.

Veronica Altosinno

Facebook Comments
Staff Autostimaweb

Staff Autostimaweb

Lo Staff di AutostimaWeb.com at Autostimaweb
Siamo un gruppo di Coach professionisti che dopo anni di esperienza e preparazione sul Coaching e sulla crescita personale, abbiamo creato il progetto chiamato Autostimaweb per tutti coloro che sentono il bisogno di migliorarsi e ottenere davvero dei risultati tangibili attraverso il Coaching.
Tutti i nostri professionisti hanno seguito approfonditi e specifici percorsi formativi sulla Psicologia del Cambiamento e sul Coaching, e sono tutti certificati come Coach professionisti.
La maggior parte di noi ha frequentato percorsi specifici con Human Performance Italia.
Staff Autostimaweb
CONDIVIDIMI

No Responses

Lascia un commento!!!

Resta Aggiornato
Iscriviti Ora

Alla nostra mailing list per ricevere articoli interessanti e aggiornamenti nella tua casella di posta.

Grazie per esserti iscritto.

Qualcosa è andato storto.