FANTASTICARE: RISORSA PREZIOSA O PERDITA DI TEMPO?

CONDIVIDIMI
fantasticare

autostimaweb.com

A quanti di voi è capitato di ritrovarsi a fantasticare e “sognare ad occhi aperti”? Sicuramente a tutti. Magari mentre siamo in auto o in treno verso il lavoro, o mentre leggiamo un libro o, perché no, anche a scuola o all’università (tra di noi possiamo anche ammettere che non sempre siamo stati attenti durante le lezioni!).

Secondo alcuni psicologi, infatti, trascorriamo più del 30% della giornata a fantasticare.

In pratica scivoliamo regolarmente durante la giornata in uno stato di “trance ipnotica naturale”, utile a far riposare la mente e a creare un ordine mentale.

Fantasticare è un’attività piacevole e, siamo d’accordo, comune alla maggior parte di noi; fantastichiamo su persone, eventi, situazioni più o meno complesse e quando torniamo alla vita reale, il piacere delle fantasie rimane ancora per un po’ a mezz’aria, e infine svanisce.

In alcuni casi, può succedere però, che fantasticare diventi così coinvolgente da intrappolare in una sorta di rete dalla quale non si riesce, o forse non si desidera, più uscire. Ecco che fantasticare diventa una fuga dalla realtà, che ostacola, invece che favorire, l’integrazione e il confronto col mondo reale.

Secondo le più recenti scoperte e teorie, gli esperti convergono sull’opinione che fantasticare sia una preziosa risorsa per noi stessi.

Vediamo quali sono i vantaggi che possiamo ottenere perdendoci ogni tanto nei meandri della nostra mente.

  • Affinare la nostra intelligenza

Inventare, rielaborare e costruire trame e situazioni più o meno distanti dalla realtà è un ottimo modo per migliorare la nostra intelligenza.

  • Sviluppare nuove idee e aprire nuovi orizzonti

Nella realtà dobbiamo venire a patti con molti limiti, ma nella fantasia tutto è possibile. Possiamo trovare idee originali proprio partendo dai nostri sogni ad occhi aperti. 

  • Risolvere creativamente i problemi

Fantasticare sui nostri desideri e sui nostri problemi ci aiuta a contemplare soluzioni da nuovi punti di vista. Questo è valido anche sul lavoro, per cui la prossima volta che sorprendete un vostro dipendente con “la testa fra le nuvole”, magari sta producendo un’ottima soluzione ai vostri problemi!

  • Raggiungere i nostri obiettivi

La riflessione casuale su noi stessi, la nostra vita e i nostri desideri sembra che ci dia un grande aiuto nella pianificazione del nostro futuro. Sognare di raggiungere i nostri obiettivi ci fornisce una spinta motivazionale ad agire, e quindi a programmare concretamente le azioni da intraprendere per conseguire gli scopi desiderati.

  • Migliorare l’empatia

Potrebbe sembrare un controsenso, ma è stato dimostrato che più dedichiamo tempo a pensare a noi stessi, tanto più diventiamo empatici e meglio riusciamo ad interpretare i significati e le opportunità delle situazioni sociali, riuscendo ad immedesimarci nei panni altrui. Forse perché se comprendiamo meglio i nostri sentimenti, saremo in grado di comprendere i sentimenti degli altri. E perderci nei nostri pensieri sicuramente aiuta a sviluppare autoconsapevolezza. Inoltre fantasticare ci immerge in prospettive diverse, che aiutano ad aprirci verso altri punti di vista (che potrebbero aiutarci a comprendere chi abbiamo accanto).

 

Abbiamo visto quindi quanto è utile fantasticare, ma sappiamo che esistono anche alcune “fantasie pericolose”, che è importante imparare a gestire per evitare che portino ad estraniarci ed isolarci dal mondo.

Ecco tre suggerimenti da tenere a mente per evitare queste conseguenze negative:

diminuire lo stress, sia controllando il proprio ambiente e sia attraverso pratiche di rilassamento;

aumentare la propria energia personale che ci permetta di evitare quei momenti “sonnolenti della giornata”;

– svolgere il più possibile compiti piacevoli.

In conclusione, fantasticare può aiutare a risolvere problemi, può stimolare la creatività ed ispirare nuove idee, ma, quando questo diventa compulsivo, le conseguenze possono essere terribili!

E voi, siete dei “fantasticatori”? Condividete l’articolo con chi pensa che sognare ad occhi aperti sia solo una perdita di tempo!

E per non perdervi i prossimi articoli potete iscrivervi alla nostra newsletter!

ISCRIVITI QUI

A presto!

Jamila Zitoune

SULL’AUTORE: Lavoro per Human Performance Italia con l’incarico di Training & Marketing Assistant. Sono la prima figura che i clienti incontrano, infatti mi occupo di gestione dei clienti e di prospect, e seguo tutto quello che riguarda la comunicazione e la promulgazione dei nostri eventi, con l’aiuto degli altri collaboratori. Svolgo inoltre l’attività di assistente d’aula, sviluppando così anche la mia passione per le tematiche dello ‘sviluppo personale’ e della formazione.

Facebook Comments
Staff Autostimaweb
CONDIVIDIMI

Lascia un commento!!!

Resta Aggiornato
Iscriviti Ora

Alla nostra mailing list per ricevere articoli interessanti e aggiornamenti nella tua casella di posta.

Grazie per esserti iscritto.

Qualcosa è andato storto.