VUOI CAMBIARE? FAI QUALCOSA DI DIVERSO

CONDIVIDIMI
fai qualcosa di diverso

Cambiare

“Se ciò che state facendo non funziona, qualsiasi altro comportamento ha maggiori probabilità di farvi avere la reazione desiderata.”    John Grinder, co-creatore della Programmazione Neuro-Linguistica

Quante volte ti è capitato di non capire un concetto e, dicendo al tuo interlocutore di non aver compreso, ti viene ripetuta la stessa identica frase, senza cambiare, ma solo più forte oppure più lentamente? Come se parlando a voce alta oppure modulando meglio il modo di pronunciare le parole, esse possano acquisire un significato differente.

E’ strano, eppure questo è un classico esempio di come “funzionano” le persone: quando adottano uno schema di pensiero continuano ad applicarlo all’infinito, poco importa se continua a dare risultati o meno.
Così, un commerciante continua a vendere come all’inizio della sua carriera, l’universitario continua a studiare come si studiava alle elementari, oppure nelle relazioni c’è chi continua a cadere negli stessi comportamenti per poi ritrovarsi ad avere le stesse delusioni.
Gli schemi di pensiero, quando si trasformano in schemi non funzionali, per alcuni diventano davvero difficili da cambiare e si va avanti in quella direzione finché non si inciampa in un ostacolo dove occorre porre rimedio, se è ancora possibile. 

 

C’è bisogno davvero di uno ’scontro’ o di un ostacolo per cambiare un comportamento?

Thomas Alva Edison, inventore della lampadina, ha fatto numerosi tentativi prima di arrivare al successo. Infatti, una delle sue frasi celebri è:

“Non mi scoraggio, perché ogni tentativo sbagliato scartato è un altro passo avanti.”

Ma cosa sarebbe capitato, invece, se avesse continuato a comportarsi sempre come ha fatto al primo tentativo? Forse non saremmo al buio, ma sicuramente non sarebbe stato lui a regalarci una delle invenzioni più importanti della storia moderna.

La crisi a livello economico si fa ancora sentire ma le aziende, come le persone in generale, la stanno pagando a caro prezzo, soprattutto quelle che non hanno saputo creare, innovare, ma sono invece rimaste ferme a ciò che facevano 20 anni fa. Formazione, ricerca e sviluppo, spesso vengono trascurate dalle imprese, in Italia in particolare. Oggi ci si rende conto, troppo tardi, che qualcosa doveva essere fatto in anticipo. Consideriamo anche che, paradossalmente, ci sono aziende che non solo oggi non perdono denaro, ma continuano a crescere, a lanciare nuovi prodotti e a guadagnare, come se la crisi non esistesse.
Di fatto, ciò che qualcuno chiama ‘crisi’, qualcuno chiama ‘opportunità’.

La soluzione ai problemi è alle volte molto semplice: fai qualcosa di diverso.

 

Se fai qualcosa di diverso, non hai assicurato il successo. Ma se continui a fare ciò che hai sempre fatto, resterai abbonato al fallimento.

Se noti che un tuo comportamento non ti porta da alcuna parte, valuta la forza di cambiarlo e di sostituirlo con uno più funzionale. Potresti cambiare completamente il tuo risultato e, anche nel caso di un fallimento, potresti sempre imparare qualcosa di nuovo oppure incontrare qualcuno con cui continuare il viaggio.

Prova cose nuove, datti nuove possibilità, frequenta posti diversi, persone diverse, viaggia, fai un corso, leggi qualcosa di nuovo, guarda un canale che non hai mai visto, cerca ispirazione in ciò che neppure immagineresti. Apriti un ventaglio di scelte diverso dal precedente e tuffati.

 

‘Non c’è nulla di male’ nello sbagliare. Piuttosto, impara da ogni sbaglio per continuare a migliorarti, ad evolverti come persona, a crescere.

Michael Jordan, indimenticabile giocatore di pallacanestro, dice:

“Avrò segnato undici volte canestri vincenti sulla sirena, e altre diciassette volte a meno di dieci secondi alla fine, ma nella mia carriera ho sbagliato più di novemila tiri. Ho perso quasi trecento partite. Trentasei volte i miei compagni mi hanno affidato il tiro decisivo e l’ho sbagliato. Nella vita ho fallito molte volte. Ed è per questo che alla fine ho vinto tutto.”

 
Non avere paura di sbagliare.
Anzi, abbi il coraggio di sbagliare. Solo così potrai ottenere ciò che desideri veramente.

Io ad esempio mi trovo davvero tantissime volte a cambiare alcune abitudini per migliorare, non è detto che siano negative oppure facili da modificare ma di sicuro aiuta a trovare sempre delle soluzioni ed andare oltre i propri standard, perchè è normale, fa parte della vita cambiare. Come cambia la società, il lavoro ecc.. e occorre farlo regolarmente, sia che tu ti accorga direttamente di dover fare qualcosa di diverso, e che possa beneficiare te stesso, sia qualcun’altro che ritieni possa aiutarti nel tuo obiettivo a farti rendere conto che potresti fare qualcosa di diverso. 

Adesso lo chiedo a te, quanto di frequente ti capita di cambiare le tue abitudini? E se lo fai, in che modo riesci a cambiare?

Se vedi che non riesci a trovare la giusta strada per un cambiamento, ti consiglio di provare una sessione di Coaching, dove troverai una persona che ti aiuterà a metterti nella via verso il tuo obiettivo. Puoi richiedere informazioni seguendo questo link.

Grazie e a presto per il prossimo articolo.

Se trovi interessanti gli articoli seguimi iscrivendoti alla newsletter, per rimanere aggiornato sui prossimi articoli.

Grazie

Veronica Altosinno

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Facebook Comments
Staff Autostimaweb

Staff Autostimaweb

Lo Staff di AutostimaWeb.com at Autostimaweb
Siamo un gruppo di Coach professionisti che dopo anni di esperienza e preparazione sul Coaching e sulla crescita personale, abbiamo creato il progetto chiamato Autostimaweb per tutti coloro che sentono il bisogno di migliorarsi e ottenere davvero dei risultati tangibili attraverso il Coaching.
Tutti i nostri professionisti hanno seguito approfonditi e specifici percorsi formativi sulla Psicologia del Cambiamento e sul Coaching, e sono tutti certificati come Coach professionisti.
La maggior parte di noi ha frequentato percorsi specifici con Human Performance Italia.
Staff Autostimaweb
CONDIVIDIMI

Lascia un commento!!!

Resta Aggiornato
Iscriviti Ora

Alla nostra mailing list per ricevere articoli interessanti e aggiornamenti nella tua casella di posta.

Grazie per esserti iscritto.

Qualcosa è andato storto.